Home Search

Federica Margherita Corpina - search results

If you're not happy with the results, please do another search

La storia di Federica Margherita Corpina

di Federica Margherita Corpina Non mi è capitato spesso che mi chiedessero di raccontarmi. E le poche volte in cui l’ho fatto, non ho mai...
Illustrazione di una casa dove pareti, soffitti e pavimenti sono tappezzati di parole.

Il museo dei sogni di Federica: tappezzare pareti e soffitti di parole che ci...

Il museo dei sogni di Federica è una "casa-promemoria" in cui pareti, soffitti e pavimenti sono tappezzati di parole raggruppate ordinatamente per sinonimia, per ricordare che spesso parlare la stessa lingua non è presupposto sufficiente a capirsi.

Donne che camminano davanti a noi: tutte in lotta per la libertà e la...

La donna è mobile, cantava Verdi nel Rigoletto. Per la B.Liver Federica, è uno dei tanti aggettivi stigmatizzanti che nel corso della storia sono stati affibbiati alle donne: mutevoli, volubili, capricciose. E poi incostanti, con qualcosa da nascondere. Federica ci propone una lista di aggettivi e pregiudizi, per poi spiegarci che no: non siamo tutte -a. Siamo una pluralità. Una pluralità... viva.
"Qui «babbo», infatti, sta più per la prima metà di quello maiuscolo, che per il papà di Pinocchio. Non che tu non ricopra nei miei riguardi il suo stesso ruolo, ma ha poco a che fare con il pretesto della presente. Ti ho scritto altre lettere chiamandoti con questo nome, non so se le conservi ancora. Col nome completo, a dire il vero, una ogni anno fino a un’età imbarazzante." Immagine generata con Binge Image Creator

Caro babbo, testimone impotente di dolori mai visti

La B.Liver Federica ha deciso di scrivere una lettera al suo babbo, che in tempi migliori si travestiva da Babbo Natale per esaudire i suoi desideri. Ma ora Federica è cresciuta, e affida a questa lettera tutti i dolori invisibili di cui è stato testimone impotente.
Un momento della conversazione sul tema della relazione con il corpo, che si è tenuta il 21 ottobre all'InVisibile Festival.

Caro corpo, ti scrivo una lettera

La B.Liver Margherita apre una conversazione con il corpo. Il suo, quello che abita, quello che percepisce come altro da lei. Una lettera sentita che definisce i contorni di ognuno, ricordandosi di piangere quando se ne sente la necessità e che, in fondo, nelle foto veniamo sempre bene lo stesso.

Intervista a Daniele Mencarelli: una diversa prospettiva sul dolore

La B.Liver Federica ha intervistato Daniele Mencarelli, autore di "Fame d'Aria" e padre di un ragazzo autistico. Insieme, ci raccontano una prospettiva sul dolore diversa.

Achille, Apollo e Prometeo ci portano a comprendere quanto siamo forti o deboli

Giuseppe Conte, autore de "Il mito greco e la manutenzione dell’anima", un fondamentale saggio sui miti greci, spiega che attraverso la lettura dei miti vediamo e curiamo i pezzi della nostra anima. Leggi l'intervista!
credits: mauro mora

Cura per il destino del pianeta. Non teniamo gli occhi bassi

È vero, è difficile prendersi cura del destino di un intero pianeta, perché non abbiamo più idea di quanto siano indispensabili alla sopravvivenza della...
"Quest’anno i miei desideri sono diversi e, forse, più complessi da esaudire. Ma, come ho detto, credo ancora nella tua magia e per questo ti racconterò comunque, esattamente come facevo da bambina, cosa desidero quest’anno."

Caro Babbo Natale, voglio imparare ad ascoltare me stessa e il coraggio

La B.Liver Federica ha scritto una lettera a Babbo Natale, una lettera che non chiede doni materiali ma sorprese per gli esseri umani: coraggio, identità, parole.
Beffetto-e-l’acqua-del-tempo

Storia di Beffetto e dell’acqua del tempo

La storia di Federica Corpina, una B.Liver che insegna a convivere con il dolore inventando re Bugibuono, maga Coscianza e una quercia gentile.