Home Search

Edoardo Hensemberger - search results

If you're not happy with the results, please do another search
Farmaci salvavita. Una scena del film Dallas Buyers Club

Farmaci salvavita: l’odissea di Edoardo per raggiungere la pillola della sua vita

Edoardo apre una riflessione importante sui farmaci salvavita e la loro distribuzione; sulla lentezza dei trattati per le spese, e sulla possibilità di accedere gratuitamente a questi farmaci miracolosi solo in alcune parti del mondo.

La storia di Edoardo Hesemberger

Di Edoardo Hesemberger 27 Agosto 1997, Milano, Clinica pediatrica Mangiagalli.  Da questo momento in avanti è ufficialmente iniziata la mia cosiddetta Vita, il mio debutto in...

Cos’è la Fibrosi Cistica? Incontro con Matteo Marzotto ed Edoardo Hesemberger

Immagine in evidenza di: Stefania Spadoni Di Cinzia Farina Matteo Marzotto, è un imprenditore e manager italiano. Nel gennaio del 1997 è tra i fondatori della...
Edoardo Hensemberger e Giancarlo Perego

Ma come fai a non ascoltare l’esperienza dei “non giovani”?

Conversazione tra il giovane B.Liver Edoardo Hensemberger e il "non giovane" direttore del Bullone Giancarlo Perego
Vulnerabilità-è-un-fiore-che-cresce-tra-il-cemento-di-una-strada

Ricominciamo a parlare: vulnerabilità

Ricominciamo a parlare. I ragazzi del Bullone spiegano i nuovi termini che nascono da esperienze di vita generando riflessioni, proposte, azioni. In questo articolo Edoardo Hensemberger parla di vulnerabilità.
"Se invece per caso davvero ci sei, se posso esserti di aiuto in qualcosa, non esitare a chiamarmi, o a scrivermi una lettera, magari il 25 di giugno; sono sicuro che la mia casella di posta sia meno piena della tua."

Caro Babbo Natale, sogno l’aria pulita, sole e tramonto. E il tempo per respirare

Edoardo ha scritto una lettera a Babbo Natale, con una richiesta particolare: "sogno l'aria pulita, tramonto e alba; ma se hai bisogno, non esitare a chiamarmi."
Un momento della conversazione sul tema delle relazioni, che si è tenuta il 21 ottobre all'InVisibile Festival.

Soli si è perdenti: tu sei chi incontri

Edoardo, B.Liver, inizia una riflessione sul filo che collega la vita di tutti partendo dalla conversazione che si è tenuta il 21 ottobre all'InVisibile Festival: "Incontrarsi: le relazioni nell’epoca del digitale". Una riflessione su ciò che siamo, da soli, e su cosa potremmo essere, insieme. Al di là e al di qua di uno schermo che continua ad essere importante più per le persone che per le intelligenze artificiali.
Luoghi-di-uguaglianza

Ci sono posti dove mi sento uguale e altri dove trovo differenze

Edoardo fa una riflessione sui luoghi della nostra vita. Perché alcuni luoghi ci fanno sentire uguali e altri così diversi?

Premio Montale: senso civico e bene comune a 360 gradi

Un premio è quando ti dicono: tu esisti. Ma se c’è di mezzo Eugenio Montale allora non esisti soltanto: sei, fai, dai, ricevi, ami. di Ada...

Shampora per Il Bullone: il progetto “Favole ad Alta Resistenza”

Shampora collabora con Il Bullone: la Fondazione che aiuta i ragazzi a ripartire Unicità, inclusività e diversità sono le parole chiave che Shampora condivide con...