Cara mamma, mi hai lasciata 20 anni fa. Ti racconto chi sono.

La lettera di Denise alla madre biologica che l’ha data in adozione 20 anni fa circa.

di Denise Riva

Cara mamma, vorrei sapere se ogni tanto mi pensi o se pensi che ti farebbe piacere rivedermi. Vorrei sapere se il mio viso somiglia al tuo e se il mio carattere l’ho preso da te. Vorrei sapere tante cose di cui non ho le risposte e forse mai avrò. Vorrei sapere se la condizione che mi è capitata sia stata lo stessa per te, o se hai sbagliato qualcosa per la quale ho dovuto rimetterci io per tutta la vita. Vorrei sapere se ti salta mai per la mente di volermi conoscere, o di sapere solamente se ci somigliamo. Sappi che almeno una volta al giorno ti penso e vorrei sapere come stai e dove sei, sappi che ho una famiglia fantastica che mi vuole un mondo di bene, ma soprattutto sappi che anche senza di te me la sono cavata benissimo in tutto e che nonostante tu mi abbia abbandonata sono diventata la donna che sono oggi e sono fiera di essere ciò che sono. Sappi che non ti perdonerò mai per le ripercussioni che ho avuto nella mia vita e nei miei rapporti sociali a causa tua, del tuo abbandono e sappi che non ti perdonerò mai per quello che sto passando adesso. Nonostante tutto ciò, sappi che avrei comunque voglia di guardarti negli occhi e sapere chi sei e come stai. Spero che ogni tanto mi pensi e che stia male anche tu come quando io penso a te. Troverei ingiusto averti tra i miei pensieri sapendo che io non sfioro nemmeno i tuoi. Ovunque tu sia, spero un giorno dì poterti incontrare e se avessi bisogno, aiutare.

La bambina che hai lasciato 20 anni fa e che forse rivedrai…