Fraizzoli nel vestire una squadra per un mondo migliore

Fondata nel 1923 dal cavaliere Leonardo Fraizzoli con la ragione sociale «Fabbrica Italiana di Uniformi Civili», la «Manifattura Fraizzoli & C.».

Manifattura Fraizzoli ha precorso i tempi perché ha saputo creare già nel 1923 un’azienda di confezione organizzata come un’industria sostituendo l’attività artigianale. 

Al suo interno non venivano realizzati soltanto modelli speciali nella foggia, come toghe per avvocati, divise per la Polizia Locale, o per bande musicali, scuole, autisti, piloti e chi più ne ha più ne metta, ma anche abiti idonei per svolgere determinati lavori e destinati anche ad altri Paesi.

Fraizzoli con i B.Liver

In una calda giornata di primavera i B.Liver sono andati a fare la sua conoscenza, visitando i vari reparti che compongono la manifattura: dagli uffici che si occupano dello stile, alle sale del taglio, del confezionamento e dello stiro, assistendo alle numerose fasi di sviluppo del lavoro per finire nello show room. 

Qui si sono divertiti a provare tutti i tipi di divise e uniformi, sentendosi in fondo molto speciali, immaginando di pilotare un aereo o dirigere il traffico della città. Perché, diciamo la verità, viviamo in un mondo di divise, ma non tutti hanno il piacere di indossarle. 

Fare squadra 

Un team ha bisogno di un’uniforme per sentirsi squadra compatta, forte e vincente. 

Servono una bandiera, dei colori, un logo (Il Bullone) che l’identifichi e lo renda indivisibile. 

I ragazzi de Il Bullone stavano preparando il B.LIVE On tour! Un viaggio su tre api calessino che, in varie tappe, li avrebbe portarti da Milano a Roma.

Si sentivano una squadra, forte e coesa, ma mancava qualche cosa. Una divisa, per essere riconoscibili e sentirsi orgogliosi di essere B.Liver. E cosi, Alessandro Moro, amico storico della fondazione e allora amministratore delegato di Fraizzoli, decise di aiutarli con la sua azienda.

La divisa 

Dopo la visita,  seduti intorno ad un tavolo, B.Liver e designer hanno iniziato un brainstorming per cercare modelli, colori, stampe che li rappresentassero, fino a disegnare la propria divisa: una maglietta, una felpa e una giacca da viaggio con tasche ampie e comode, ma al contempo elegante. Il tutto naturalmente segnato dal logo de Il Bullone

Una divisa che li ha uniti ancora di più e ha portato fortuna al B.LIVE On Tour! 

Opportunità di lavoro 

Ma non finisce qui, la storia con Fraizzoli.

L’incontro con l’azienda ha infatti dato l’opportunità alla B.Liver Giulia, di fare un’esperienza di lavoro di circa un anno come venditrice, che è stata fondamentale per il suo percorso professionale.