TIPI DI UBRIACATURE

by

Cari amici del CHE BLOG ! partendo dal presupposto che bere FA MALE e che non è consigliabile a nessuno una brutta sbronza dato che finirebbe con ogni probabilità con un hangover da far rimpiangere di essere nati, col tempo ho realizzato di aver una buona conoscenza delle varie personalità da sbronza. Quando sei ad una festa infatti, le persone che bevono, non reagiscono tutte alla stessa maniera quando iniziano ad essere alticce. 

In questo articolo, infatti, volevo stilare una lista di tipologie di sbronza all’interno della quale magari anche voi che state leggendo potete riuscire a ritrovarvi.

1) IL COLLASSATO che dopo a malapena un gin tonic si ritrova sdraiato per terra incapace di vivere. Una sorta di stella marina non attaccata ad un corallo ma al bracciolo del divano, o in altri casi, una figura umanoide che ricorda uno zombie ma senza la fame di cervelli, con gli occhi aperti e la bava alla bocca, seduta per terra a fissare col suo sguardo vitreo il nulla più assoluto che si cela in quel momento nella sua testa.

2) IL “NO, MA NON TI PREOCCUPARE CHE REGGO”…si certo e io sono Megan Foxx. Ammetto, faccio un Mea Culpa, anche io mi ci metto un po’ dentro. Si tratta – ovviamente – di quelle persone che ad una festa bevono subito e arrivati alla metà del primo drink (alle 22.30) iniziano a dare i numeri. I loro visi si aprono in un sorriso ebete che rende indecifrabili i loro pensieri. Il punto che questi soggetti non sono nemmeno lontanamente ubriachi, sono semplicemente brilli ma in una maniera tutta loro, come se la sbronza salisse molto in fretta per poi far spazio ad una ancora più veloce sobrietà.

3) LE FOGNE sono invece quelli che, non si sa grazie a quale prodigio della genetica, pur bevendo cisterne di vodka liscia non riescono ad ubriacarsi. Situazione molto triste e decisamente poco economica.

4) I LIMONATORI SERIALI che dopo due cocktail si appostano cercando una povera vittima a cui infilare la lingua nelle tonsille, e non importa se fuori ci sia il Giudizio Universale, per loro quella che stanno vivendo è la limonata della vita…anche se qualcuno dovrebbe dir loro che stanno baciando un palo della luce !

5) I DEPRESSI che fanno deprimere anche gli altri. Sono quelli che chi-se-ne-frega se stai vivendo una bella serata con gli amici, loro dovranno importunarti raccontandoti tutte le sfighe che hanno nella loro vita (S. se stai leggendo questo articolo sappi che penso a te). Infatti, in un casuale momento della serata, loro si fermeranno e ti rapiranno conducendoti nel cunicolo più buio che riescono a trovare – mentre tu nella tua mente stai già per redigere il tuo testamento pensando che ti vogliano uccidere – per dirti poi che la vita fa schifo (che novità), ottenendo non solo una seduta di psicoanalisi di tre ore gratuita, ma anche la consapevolezza di aver trascinato un’altra persona nel loro baratro oscuro della depressione post-drink.

6) QUELLI CHE VOMITANO ovunque. Allora, tutti penso possiamo capire un po’ di sano vomito dopo aver bevuto tre/quattro dink, ma se mi vomiti in casa dopo uno shot di rum ti meriti di finire in questa lista nera !

7) E poi ci sono QUELLI CHE BALLANO. Daje con quella musica ! Alza il volume ! Ballerini professionisti che ballano il reggaeton meglio di Enrique Iglesias, che fanno di quei movimenti di bacino che anche i contorsionisti possono solo sognarsi, di quelle cose che fanno pensare che la breakdance sia stata inventata da loro…naturalmente questo è quel che pensano loro sotto l’effetto dell’alcol, in realtà se riescono a stare in piedi per dieci secondi senza rompersi nulla è già un miracolo per cui ringraziare Gesù e tutti i Santi.

8) E infine (o per lo meno sono gli ultimi che mi sono venuti in mente) ci sono QUELLI CHE AMANO TUTTI ! Ma che belli siamo !! Magari normalmente sembra che al posto del cuore ci sia trapiantato un blocco di ghiaccio e ferro arrugginito, invece dopo un bel Long Islan, ecco sorgere la vera natura dei piccoli orsi rosa coccoloni. Passano la serata ad abbracciare la gente  e ad urlare a destra e a manca «Voglio bene a te! E a te ! E anche a te» non sono la cosa più dolce del mondo? Un po’ come Oprah !

Ora, a parte gli scherzi, bere e perdere la testa non è qualcosa di consigliabile, anche perché in talune circostanze potrebbe essere davvero pericoloso. Però, nel caso vi fosse capitata una serata del genere, vi ritrovate in qualche stereotipo della lista?

Come al solito se vi sono capitate esperienze simili o avete dei suggerimenti da darmi, scrivetemi un commento qui sotto. 

Un bacio grade a tutti gli amici del CHE BLOG !

You may also like

article-image
CHE NE SAI ?

CIOCCOLATO INSOSTENIBILE

Illustrazione di: www.nonsoloambiente.it Il cioccolato ha origini molto antiche: gli Aztechi lo consideravano un afrodisiaco potentissimo, tanto che l’imperatore Montezuma ne faceva largo uso prima dei suoi “incontri galanti”. Nei paesi del Nord del...

Leave a Comment

Your email address will not be published.