B.LIVE On Tour – Giorno 4

by

25 Settembre 2017.

Ed ecco che ci si sposta ancora, quest’oggi si va da Castel Guelfo a Firenze !

Non è stata proprio una passeggiata, bisogna ammetterlo. Oltrepassare gli Appennini in Ape calessino non è stata la cosa più facile in assoluto. Tra tornanti infiniti, salite e discese le marce si interscambiavano come le figurine dei calciatori !

Un viaggio infinito durato dalle 10:00 di stamattina alle 16:00. Ma alla fine, anche stavolta, ce l’abbiamo fatta e siamo approdati nella capitale Medicea!

Un panorama incredibile quello sugli Appennini Tosco-Emiliani che sfocia in un’ incredibile vista dall’alto di Firenze.

Ma senza farci mancare problemi; la prima cosa che abbiamo pensato di fare a Firenze è stata quella di portare i calessini Sale e Tequila dal meccanico,(si perché in un delirio pre-partenza io e Denise Corbetta, che saluto abbiamo deciso di chiamare i tre calessini rispettivamente: Tequila, Sale e Limone).

A Sale non andava più la prima marcia e Tequila aveva il galleggiante rotto e la spia dell’olio accesa da Verona.

Tutto risolto, nulla di grave solo qualche contatto che non andava.

A Firenze abbiamo inoltre raccattato nella ciurma Ivan, uno dei ragazzi che hanno fondato Radio Wai all’interno del centro Maria Letizia Verga che siamo andati ad intervistare il primo giorno del tour.

La giornata no finisce qui. Anzi..

L’intero pomeriggio è stato dedicato all’incubatrice di start-up Nana Bianca (di cui potete trovare l’intervista completa qui: http://www.ilbullone.org/livestreaming/ ).

Nana Bianca da anni si occupa di finanziare e aiutare giovani imprenditori e start-up ad evolversi.

Badate, non tutti possono svegliarsi la mattina e chiedere un finanziamento o un aiuto a Nana Bianca senza aver prima dimostrato che il progetto vale e che soprattuto si trovi in mani che ci credono a pieno.

Abbiamo avuto il piacere di incontrare anche diversi beneficiari di Nana Bianca, imprenditori che grazie alla loro idee e al supporto di quest’azienda, sono riusciti a vedere coronati i loro sogni.

Per arrivare, non serve dirlo, occorre sacrificio. Nessuno l’ha mai nascosto.

Se hai in mente un progetto da realizzare ci devi mettere anima e corpo per riuscire a concretizzarlo.

Diverse sono le iniziative nate grazie a Nana Bianca. Una sorta di incubatrice di sogni più che di Start-up.

Dopo aver  fatto un piccolo aperitivo con gli imprenditori, i B.Livers se ne vanno a cena e poi a letto per riposare e riprendere con la prossima tappa, che sarà a… Piombino!

E anche per oggi, amici del Bullone è tutto.

Ci aggiorneremo domani con tante altre novità e tante altre interviste.

Un bacio enorme dal CHE BLOG !

 

You may also like

1 Comment
  1. Ivana 2 anni ago
    Reply

    Ciao ragazzi non smetterò mai di dire che siete Super!!!!!!!!

Leave a Comment

Your email address will not be published.