Abitudini per essere più sostenibili | Il Bullone

by

Di Eleonora Prinelli

È incredibile come talvolta basti poco a fare la differenza. Delle piccole abitudini che, se applicate ogni giorno, ci portano verso uno stile di vita più sostenibile.  

Ecco una serie di piccoli accorgimenti che vi faranno vivere meglio… e la natura vi ringrazierà! 

PELLICOLA? NO MORE

Ecco la prima soluzione a uno dei nostri (tanti) problemi: il Bee’s wrap

Si tratta di involucri per la conservazione di alimenti realizzati in cotone biologico e cera d’api.  Di dimensioni assortite, sono lavabili, riutilizzabili e biodegradabili. Un’alternativa al «single use plastic» di pellicola e fogli d’alluminio in cucina. Per la cronaca, quello che utilizzavano le nostre bisnonne prima dell’invenzione della plastica. Inoltre, e parlo per esperienza personale, conservano i cibi molto meglio e più a lungo. Il prodotto è stato inserito sul mercato nel 2012 da una mamma statunitense,Sarah Kaeck, proprietaria di una piccola azienda agricola a conduzione familiare del Vermont, che si è resa conto di quanto non avesse senso preparare un pranzo al sacco salutare e biologico per i propri figli, avvolto nella pellicola in pvc. 

Ormai vi sono moltissime aziende diverse che vendono questi simpatici tessuti colorati (pure in Italia), ma sono così semplici e naturali che è possibile produrli artigianalmente a casa propria in pochi passaggi.

Insomma, non ci sono scuse! 

Link utili: https://www.apepak.it/(Italia)

https://www.beeswrap.com/

BORRACCIA? OH YES! 

Perché continuare a comprare bottigliette di plastica? Non solo è un immenso spreco di soldi, ma anche una vera e propria piaga per l’ambiente e per i nostri oceani, che nel 2050 ospiteranno più plastica che pesci, secondo quanto prevede una relazione della Ellen MacArthur Foundation. Inoltre Corepla (il Consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica) stima che in Italia solo il 43,5% di essi viene trasformato in nuovi oggetti, il resto finisce nei termovalorizzatori per la produzione di energia, oppure direttamente in discarica. 

Se si prende in considerazione il mondo intero la situazione è ancora più drammatica. La Britain’s Royal Statistical Society ha nominato statistica dell’anno quella riportata dalle Nazioni Unite, dove si evince che il 90.5% della plastica nel mondo non viene riciclata. E anche se si riciclasse tutto quello che produciamo, ciò non basterebbe a salvare il Pianeta. È necessario ridurre al minimo il consumo usa e getta della plastica. Iniziamo fin da ora a non usare più piatti, bicchieri, posate e bottigliette di plastica che buttiamo pochi minuti dopo il loro utilizzo. Acquistiamoci una buona borraccia da portare in giro e ricaricare al bisogno. Usiamo stoviglie in ceramica anche quando la pigrizia ci indurrebbe a usare quelle di plastica perché «va beh, dai facciamo prima, così poi buttiamo via tutto». Già, ma dove va a finire tutto ciò che buttiamo? 

SPAZZOLINO IN BAMBU’? WHY NOT?!

Come dicevo, sono tanti i modi a nostra disposizione per essere più ecosostenibili e ridurre lo spreco. Ad esempio, si può sostituire il vecchio spazzolino di plastica con uno fatto in legno di bambù. I dentisti consigliano di cambiare spazzolino ogni tre mesi, questo significa che ognuno di noi consuma circa 4 spazzolini da denti l’anno. Sembrano pochi, ma se calcoliamo quanti ne facciamofinire in discarica nell’arco di una vita, sono circa 300 pezzi pro capite. Il loro impatto ambientale è enorme, poiché gli spazzolini tradizionali sono realizzati con plastica non riciclabile, che impiega ben mille anni a decomporsi.

E non finisce qui, poiché il polipropilene di cui sono fatti,è uno dei materiali più inquinanti per i nostri mari, insieme al polietilene, ossia quello utilizzato per i comuni sacchetti di plastica.

Anche in questo caso, il web pullula di siti che vendono spazzolini ecologici in bambù, i quali sono anche molto accessibili (costano in media 2,50 euro) e si possono trovare sempre più anche nei nostri supermercati. 

Un piccolo cambiamento per noi, un grande passo contro lo spreco nel mondo. 

Link utili: 

https://thebamandboo.com/

https://thehumble.co/

Continua sul prossimo numero del Bullone…

You may also like

Leave a Comment

Your email address will not be published.